Gli aspetti giuridici e fiscali del commercio elettronico

Una serie di articoli che affronteranno gli aspetti fiscali e giuridici del commercio elettronico. Perché conoscere significa iniziare con il piede giusto

Ormai è esploso il fenomeno ecommerce. Tutti vorremmo emulare ormai il più famoso markeplace “ Amazon” forse non tutti sanno che esso nasce in America negli anni 80 in America. Terra di pionieri dell’oro ma anche terra di grande aperture culturali. Emulare si ma sconfiggere no, gli anni trascorsi, l’esperienza maturata il grande network creato è difficile d’abbattere. Tutti vogliamo avere un mercato online tutti vorremmo fare soldi, ma da dove iniziare? Basta fare una ricerca in rete e troviamo di tutto software, piattaforme, provider con le migliore offerte, poi ci sono quelli che su facebook youtube e i vari social ci promettono di fare corsi o a seguirli nella loro avventura di manager e ci promettono che se seguiamo i loro consigli o ci scriviamo ai loro corsi, diventeremmo subito ricchi. I veri a diventare ricchi sono solo  loro spillando soldoni ai poveri illusi che credono che hanno tramite loro acquisito la formula magica. Non esiste nessuna formula che io conosca ( se qualcuno ne ha trovata una per cortesia me lo dica ). L’unica formula poi non tanto magica è lavorare valutare, considerare. I fattori sono tanti, mercato, prodotto, abilità a trovare il fornitore giusto arrivare con il prezzo giusto. Ormai è sfatato il mito che su internet vi siano i prezzi migliori, ho provato a fare un attenta analisi di questo tra articoli messi in vendita sulla rete e gli stessi, ( è se dico gli stessi !) ho trovato solo qualche piccola differenza dovuta al mercato e forse dovuta anche da qualche piccolo risparmio dato da fornitore. Quindi la domanda nasce spontanea. Conviene fare un sito di e-commerce ? Certo che si ma con le giuste precauzioni, analisi. Un negozio di ecommerce ha le stesse prerogative fiscali e giuridiche di un normale negozio fisico, quindi sfatiamo il mito che non avendo un negozio fisico si risparmia. Sostituiamo il negozio fisico con quello online, costo del provider, costo licenze software, affidarsi ad una persona competente ( e sottolineo competente non un ciarlatano che ha seguito vari tutorial sulla rete) approvvigionamento dei prodotto, un locale per deposito a proposito questo si paga un affitto e tasse a meno chè non siete voi i proprietari, partita iva iscrizione alla camera di commercio e relative tasse da pagare. Quindi come possiamo già vedere non vi sono molte differenze, forse l’unica cosa che penso da esperienze passate è quello di concentrare il proprio business su settori specifici non dico di nicchia ma bensì specifici un esempio il comparto enogastronomia che pullula sulla rete essendo il bene di consumo più venduto tutti abbiamo bisogno di mangiare, ma  specializzarsi su una determinata categoria come esempio , pasta, vino, sughi, prodotti locali può fare la differenza. In rete vi è tanta informazione buona o cattiva ma ve ne tanta, sta a voi decidere quella buona e quella da scartare. Io invece ho scelto di parlare si di ecommerce ma sotto l’aspetto poco discusso “ gli aspetti giuridici di un negozio online “ Ovvio che tale aspetto certamente non potrà essere sviscerato in un solo articolo. Quindi affronterò questo aspetto con articoli forse settimanali o sporadici questo non perché ogni articolo dovrà anche da me essere studiato alla perfezione dare le giuste informazioni è il mio focal point. Per tanto  

Nel prossimi articoli verranno  analizzate le implicazioni giuridiche e fiscali determinate dall’affermarsi del commercio elettronico in Internet Si tratta di un fenomeno in rapida, costante, inarrestabile espansione, che costituisce un formidabile incentivo al moltiplicarsi delle relazioni economiche inter soggettive in ambito transnazionale: Le sfide economiche promosse dai sistemi multimediali di informazioni e servizi costituiscono la nuova frontiera per l’impresa. Per essere preparati ad affrontare queste sfide, ci è sembrato che la conoscenza dei concetti giuridici e fiscali connessi alle nuove tecnologie fosse in-dispensabile. Per questa ragione vi abbiamo dedicato tempo e risorse, senza la pretesa di esaurire con ciò le numerose problematiche aperte dallo sviluppo tecnologico e, in particolare, dall’utilizzo commerciale di Internet. Già da questo momento voglio ringraziare e con profonda gratitudine tutti i professionisti che mi aiuteranno nella pubblicazione dei prossimi articoli

Tutti ne parlano ma nessuno lo affronta. Gli aspetti giuridici e fiscali di un negozio on line

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.